Madre Argilla
Ti Attende

Scopri il programma

TdC 2024 | Edit IX
Dal 2 al 31 Agosto

Le poltrone di paglia intrecciata, disposte in un'ampia cerchia, attendono silenziose che le stelle, scintillanti, allestiscano la maestosa scenografia notturna. La bianca argilla del terreno esulta in una danza ammaliante in coppia col vento che soffia flebile.

La luce sta tornando ad illuminare l'irregolare palcoscenico naturale su cui si rincorrono biancane aspre e dolci. L'attesa sta per concludersi.

La messa in scena in programma per questa IX edizione è una sovversiva apologia dello squilibrio umano: "ELOGIO DELLA FOLLIA" per la regia di Daniele Onorati.

Ti attende un programma denso e sfaccettato. La IX stagione di Teatro dei Calanchi ti porta in un viaggio alla scoperta dell'anima più folle di questa meravigliosa oasi artistica, nel cuore dei Calanchi di Basilicata.

2 / 3 / 4 / AGOSTO

[h16.00] CALANCHI XP | escursione
[h21.00] ELOGIO DELLA FOLLIA | teatro

9 / 10 / 11/ AGOSTO

[h18.00] LA GOLA DELLE MUSE | secret concert
[h21.00] ELOGIO DELLA FOLLIA | teatro

16 / 17 / 18 / AGOSTO

[h18.00] SENTIRE SENTIERI | percorso a piedi nudi
[h21.00] ELOGIO DELLA FOLLIA | teatro

23 / 24 / 25 / AGOSTO

[h18.00] IL BATTELLO EBBRO | talk
[h21.00] ELOGIO DELLA FOLLIA | teatro

30 / AGOSTO

[h21.00] ELOGIO DELLA FOLLIA | teatro

31 / AGOSTO

[h21.00] ELOGIO DELLA FOLLIA | teatro

Arte e Natura
in perfetta armonia

TEATRO

ELOGIO DELLA FOLLIA | L'ultima nave dei folli, sopravvissuta alla deriva dell'oblio, approda prodigiosamente nell'oceano d'argilla dei calanchi. L'equipaggio è decimato ma i superstiti si organizzano per quello che è l'inizio di un nuovo e sconvolgente viaggio. Nelle regie di Daniele Onorati, la messa in scena è scritta sui luoghi. I riferimenti drammaturgici conducono ad Erasmo da Rotterdam e attraversano le epoche, navigando verso il sacro regno della follia.

L'argilla è elemento genetico dell'idea, e si manifesta in tutte le sue forme: leggera e sottile come un velo, o dura nel suolo. La creatura teatrale emerge dal contributo, sia individuale che corale, degli artisti che si esprimono nel progetto di residenza artistica.

Gli spettacoli del Teatro dei Calanchi sono il frutto di una continua ricerca artistica sui luoghi, connotandosi non come semplici site-specific ma come frutto di una connessione, che l'arte asseconda, tra essere umano e natura. L'energia della coralità è capace di creare un'esperienza teatrale che va oltre l'intrattenimento: è un cammino nella coscienza.

In scena Emilio Berrocal, Joe Celli, Costanza Cutaia, Marzia Magnanini, Sara Nardiello, Daniela Nisi, Josepha Pangia, Maryterry Rizzi, Chiara Romano, Carola Santopaolo.

NATURA

CALANCHI XP | Terre argillose non sempre ospitali, forme affilate o tondeggianti, i Calanchi si rivelano ai visitatori come oasi silenziosa abitata da forme vitali estremamente resistenti. Simili a grandi elefanti dalla memoria millenaria, i Calanchi raccontano la storia del pianeta Terra e le sue trasformazioni.

L'esperienza è condotta da NaturOffice, associazione attiva nella tutela degli habitat e delle specie. Guidano: Fabio Quinto, ricercatore ed esperto di fauna selvatica; Maurizio Rosito, direttore del CEA "I Calanchi" e guida ambientale escursionistica per il WWF.

Calanchi XP è un'avventurosa escursione di media difficoltà, alla ricerca dei tesori più preziosi e degli scorci più suggestivi che le argille dei Calanchi serbano tra le rughe. Partenza con navetta dall'ingresso del teatro verso il centro storico di Pisticci, si prosegue poi a piedi, attraverso antichi tratturi, fino all'area artistica del TdC. È necessario dotarsi di una tenuta idonea, scarpe robuste e una scorta d'acqua extra.

AUDIOGUIDA | Calanchi di Pisticci: tra le meraviglie del deserto d'argilla - è una rilassante passeggiata, accessibile a tutti, per immergersi completamente nell'atmosfera surreale dei Calanchi, esplorandone ogni angolo e apprezzandone tutta la bellezza. Puoi trovare il QRcode all'ingresso dell'oasi artistica.

PROGETTI

SENTIRE SENTIERI | Un'esperienza unica per gli amanti dell'arte immersiva, in cui i partecipanti abbandonano le scarpe e si avventurano in un percorso sensoriale guidato da un'entità sciamana, sulle aspre argille dei Calanchi. Questo cammino a piedi nudi permette di entrare in contatto diretto con la terra madre. La piccola carovana di camminatori scalzi si muove in un flusso percettivo e cognitivo, attraverso silenzi e ascolti attivi, permettendo ai sensi di risvegliarsi completamente. Il percorso è caratterizzato da azioni sceniche che prendono vita in straordinari palcoscenici naturali. Durante Sentire Sentieri non si applaude, si respira: si pratica la bellezza.

IL BATTELLO EBBRO | «So i cieli che si squarciano in lampi, so le trombe e le risacche e le correnti: io so la sera, l’Alba eccitata come colombe a stormi, e a volte ho visto quel che l’uomo crede di vedere!». In questa quartina di Rimbaud, un’imbarcazione descrive dal proprio punto di vista la dimensione estrema che più le è congeniale, l’oceano dove la presenza umana è rada e ininfluente; nei versi del poeta si racconta di un’estasi delle cose. Questo il pensiero che meglio si presta ai luoghi calanchivi, un pensiero non predatorio, che sosta tra gli altri elementi e con essi dialoga. La rassegna, a cura di Antonio De Sortis, propone tre conversazioni con esponenti del mondo filosofico e letterario per discutere, a partire da una prospettiva ecologica radicale, dei temi che l’ambiente circostante detta ai suoi ospiti.

MUSICA

LA GOLA DELLE MUSE | L'atmosfera magica dei Calanchi diventa teatro di performance musicali. I concerti hanno luogo durante il tramonto, per godere appieno della bellezza del paesaggio e delle luci che lo colorano. Mentre la musica si diffonde nell'aria, il pubblico può ammirare lo spettacolo della natura circostante.

La rassegna si basa su tre concerti segreti che si svolgono completamente in acustico, senza l'utilizzo di microfoni o altre attrezzature tecniche, per creare un'esperienza autentica e coinvolgente. Man mano che la sera avanza, la luce del giorno scompare lentamente, lasciando spazio alla notte con la sua oscurità.

Il maestro Tony Miolla, cura la selezione musicale di questa nona edizione di TdC. I nomi dei protagonisti saranno rivelati in conferenza stampa. Gli artisti che compongono la rassegna sono eletti per la capacità di creare una connessione con l'ambiente naturale e con il pubblico.

I concerti acustici rappresentano un'esperienza unica per gli amanti della musica. Questo tipo di performance, ormai rara, permette di apprezzare la vera essenza della musica: la bellezza delle voci, i timbri degli strumenti, i respiri, tutto si fonde in un insieme armonioso.

Accedi all'area prenotazioni

Calanchi, teatro naturale

Siamo nell’entroterra della Basilicata, a sette chilometri dalla “città bianca”, Pisticci, in un luogo meraviglioso che crea stupefazione, da salvaguardare e rispettare perché è il risultato morfologico di milioni di anni di paziente lavorio di erosione degli agenti atmosferici che lo ha reso così unico, intimo, lunare, vuoto e quindi pieno di suggestione. Sono i Calanchi lucani. Un posto fuori dal mondo. Michele SciancaleporeMichele Sciancalepore
Non si sentiva rumore di civiltà, non si vedevano luci artificiali. In quel momento, in quel luogo magico, il calanco, credo di aver capito qualcosa di me come essere umano e del mondo. Qualcosa di misterioso e magico è avvenuto in me. Teatro dei Calanchi è un atto di riconoscenza nei confronti di una terra ricca come la Basilicata, dove i valori profondi resistono intatti e sembra possibile una rinascita culturale, dove potrebbe crearsi un nuovo modello sociale, per il rilancio del nostro paese. Matteo TarascoMatteo Tarasco
In questo passaggio di tempo difficile per l'arte teatrale, ho ritenuto necessario osare e superare le convenzioni, per creare una rottura e scavare un varco verso la verità che ogni essere umano custodisce in se. Nel Teatro dei Calanchi tutto è vero e profondamente umano. Questo lavoro mi ha segnato profondamente da un punto di vista professionale, offrendomi una delle più preziose opportunità che un creativo possa trovare: plasmare dal nulla. Daniele OnoratiDaniele Onorati

Come partecipare agli eventi


IMPATTO ZERO è la filosofia che caratterizza radicalmente l’idea del TdC ed è intimamente connessa all’amore per i luoghi ed alla loro tutela: gli spettacoli e tutti i contenuti in programma, prenderanno vita in una performance totalmente unplugged, immersa nella natura selvaggia dei Calanchi, con il minimo impatto sonoro e luminoso. I visitatori sono invitati a rispettare il silenzio e a non lasciare alcun tipo di rifiuto. Ti consigliamo di dotarti di una tenuta comoda e di una torcia a batteria.

• Per ognuna delle 14 giornate della IX stagione, sono disponibili due tipologie di prenotazione:
1. Per il solo spettacolo, pari a 28€
2. Per l'intera programmazione giornaliera, a partire da 33€

• Ti sarà possibile accedere all'area artistica 1h prima dell'inizio della programmazione. Se invece hai prenotato per il solo spettacolo l'accesso è consentito a partire dalle h19:30.

• I posti in platea per "Elogio della Follia", sono assegnati automaticamente dal sistema a partire dalla prima fila, in ordine cronologico secondo la data di prenotazione.

• La partecipazione a CALANCHI EXPERIENCE e SENTIRE SENTIERI è limitata ad un massimo di 40 persone per ogni giornata.

• Non sono applicate riduzioni. Libero accesso fino a 5 anni di età. Ingresso non consentito a cani o altri animali: potrebbero spaventarsi, data l'oscurità e le azioni sceniche, disturbando la performance e gli altri spettatori.

• Se hai voglia di accostare un viaggio gastronomico all'esperienza speciale del Teatro dei Calanchi, abbiamo allestito per te un nuovo foyer, con un servizio ristoro ad hoc, presso cui degustare prodotti d'eccellenza del territorio.

• Non è consentito praticare picnic all'interno dell'area artistica.

• L'accesso giornaliero è limitato ad un massimo di 200 persone. Accedendo all'area prenotazioni, nonché sostenendo e partecipando all'iniziativa, accetti la liberatoria: ti consigliamo di leggerla attentamente. Puoi consultarla in fase di iscrizione.

• Data la sua natura selvaggia l'evento può dipendere da aspetti imprevedibili: gli orari programmati potrebbero subire una variazione di 30 minuti. In situazioni di meteo avverso, la programmazione potrebbe essere annullata: in questi casi non è previsto alcun rimborso della sottoscrizione ma si garantisce, ad eccezione dell'ultima data in programma, l'accesso straordinario alle altre giornate. Si raccomandano: puntualità, serenità e spirito di collaborazione.

• Conclusa la prenotazione riceverai via e-mail la carta di ingresso con: 1. Il codice di prenotazione per l'accesso all'area artistica; 2. La dichiarazione liberatoria accettata in fase di iscrizione; 3. Le istruzioni per partecipare agli eventi. 4. Il link per il riepilogo della prenotazione. Controlla bene la tua casella di posta, anche nella cartella spam!!.

Per informazioni ed assistenza puoi rivolgerti in qualsiasi momento alla nostra segreteria
inviando una email all'indirizzo segreteria@teatrodeicalanchi.com ma prima ti consigliamo di cercare QUI una risposta alla tua domanda.

Accedi all'area prenotazioni

Usa la mappa per scoprire la location